Funghi champignon



Prodotti

Vero nome Agaricus bisporus, i funghi champignon crescono spontaneamente nei pascoli e nel sottobosco ma vengono coltivati in tutto il mondo. Sono particolarmente apprezzati per la loro versatilità, poiché possono essere cucinati in molti modi diversi.

Il loro nome scientifico deriva dal latino “bisporus”, che significa “con due spore”. A livello visivo si distinguono per il cappello ampio, largo fino a 12 centimetri, carnoso e tendente al bruno. Le lamelle sono invece rosa candido. Prima di acquistarli è necessario controllare che siano compatti e sodi.

Valori nutrizionali

Con 20 calorie ogni 100 grammi, i funghi champignon hanno un contenuto modesto di vitamina D, zinco e fibre. Privi di colesterolo, di lattosio e di glutine, contengono proteine dal basso valore biologico, grassi polinsaturi e carboidrati semplici.

Essendo molto poco calorici, sono indicati anche per chi soffre di sovrappeso, diabete, ipertensione, colesterolo e trigliceridi elevati. Prevengono la stitichezza, e l’insorgenza di emorroidi e ragadi. Regolano il funzionamento dell’intestino e rafforzano il sistema immunitario.

Come conservarli

In frigorifero, i funghi champignon durano al massimo tre giorni.

Per congelarli è necessario pulirli e tagliarli a fettine. Li si mette in una padella dal fondo antiaderente e li si cuoce coperti a fuoco basso. Una volta posti in freezer, si conservano per 4-5 mesi.

Adatti per

contorni, primi piatti.

 

copyright: Gresei  http://stock.adobe.com/