Cicoria



Prodotti

Pianta erbacea perenne dai vivaci fiori color celeste, la cicoria ha un nome antichissimo ma dall’origine incerta. Secondo alcuni deriverebbe dall’arabo Chikouryeh, secondo altri dall’egizio Kichorion. Ma c’è anche chi ci vede un accostamento tra kio (io) e chorion (campo). Ciò che è certo è che, sin dalle origini dell’uomo, la si conosce: la si trova nel Papiro di Ebers, datato 1550 a.C., negli scritti di Plinio Il Vecchio e in quelli del medico Galeno (che la consigliava contro le malattie del fegato).

Le sue radici sono state utilizzate durante il periodo napoleonico come surrogato del caffè mentre, secondo la credenza, le foglie della cicoria selvatica sarebbero in grado di stimolare l’eros.

In cucina si usano prevalentemente le sue foglie, utilizzate in insalata.

Proprietà nutrizionali

La cicoria contiene solo 10 kcal per 100 grammi. Si compone prevalentemente d’acqua, e presenta un apprezzabile contenuto di calcio, fosforo e vitamine.

Capace di stimolare l’attività di pancreas e fegato, è particolarmente indicata per chi soffre di diabete, di iperglicemia e di ipercolesterolemia, poiché aiuta a regolare la quantità di zuccheri e di grassi nel sangue. Ha inoltre proprietà rilassanti, toniche, disinfettanti e disintossicanti, stimola la digestione ed è benefica per reni e cistifellea.

Gli impacchi di cicoria alleviano l’acne e le irritazioni cutanee.

Come conservarla

La cicoria resiste in frigorifero fino a 5 giorni, nel cassetto delle verdure.

Se si intende congelarla, bisogna sbollentarla per circa 3 minuti e poi immergerla in una ciotola di acqua e ghiaccio. Una volta raffreddata, la si divide in porzioni. Può essere conservata in freezer in contenitori ermetici per 6-8 mesi.

Adatta per

Insalate, torte salate, caffè e acqua di cicoria.

 

copyright: Fabiomax http://stock.adobe.com/