Come preparare una formidabile pizza Margherita a casa



Curiosita

La pizza è il piatto più amato dagli italiani. La ricetta della pizza napoletana dall’impasto sottilissimo, soffice, con il fondo “pippiato” dal caldo del forno a legna e il cornicione esplosivo, è la più difficile da realizzare in casa.

Non esiste però solo la classica pizza partenopea: esistono diversi impasti e cotture come quello in pala o come la focaccia alta tipica dell’entroterra del sud. Per i più attenti alla linea si può osare con una preparazione al grano saraceno o perfino alla canapa. L’importante è rispettare il dosaggio degli ingredienti, non esagerare con la farina e scegliere la preparazione più consona alle proprie capacità culinarie. Seguendo istruzioni semplici, ciascuno può realizzare la sua. E godersi tutta la soddisfazione di mangiare una propria creazione.

 

Come scegliere il lievito

Prima di procedere a prepare la pizza fatta in casa fondamentale è la scelta del lievito. In commercio ne esistono tantissimi:

  • lievito per prodotti da forno;
  • lievito madre;
  • lievito di birra;
  • lievito in polvere;
  • cremor tartaro

Ad eccezione del cremor tartaro, un lievito naturale che si trova in farmacia e che si attiva con il bicarbonato, sono tutti indicati per la preparazione dell’impasto. La dose standard è 15 grammi di lievito per mezzo kg di farina (per una lievitazione di 8 ore circa). È comunque consigliato consultare l’etichetta che riporta sempre le giuste indicazioni.

 

Pizza fatta in casa, come preparare l’impasto

Ingredienti per 4 persone

  • mezzo kg di farina 00 o altre tipologie a piacere;
  • 15 grammi di lievito di birra;
  • 250 ml d’acqua tiepida;
  • un cucchiaino di sale;
  • un cucchiaio di olio d’oliva se si preferisce un impasto più croccante.

In un recipiente mettere la farina e il lievito di birra sbriciolato, e aggiungere eventualmente l’olio. Sciogliere il sale nell’acqua tiepida e aggiungerlo alla farina, versando lentamente e lavorando il composto energicamente fino ad ottenere un panetto elastico, liscio ed omogeneo.
Coprire il recipiente l, con all’interno l’impasto ottenuto adagiato su un pizzico di farina, e lasciar crescere per 8 ore. In seguito infarinare una spianatoia, e stendere il panetto con le mani o con il mattarello. Lo spessore dell’impasto non deve superare mezzo cm per la ricetta classica.
Versare un due cucchiai d’olio su una teglia e posizionare sopra l’impasto. Per la cottura, in forno statico preriscaldato, la temperatura deve essere al massimo e la teglia posizionata sul ripiano più basso. Di solito bastano 20 minuti di cottura, ma il segreto sta nel colore: se l’impasto è dorato allora la cottura è perfetta.

Come condire la pizza fatta in casa

Con gli ingredienti per condire la pizza ci si può sbizzarrire in base ai gusti e alla fantasia, sia a cotto che a crudo. Per la classica margherita napoletana servono:

  • una scatola di pelati;
  • sale q.b.;
  • basilico;
  • un cucchiaio di Parmigiano;
  • 300 grammi di mozzarella;
  • un cucchiaio d’olio extravergine.

I pelati vanno schiacciati con una forchetta e si aggiunge il sale, mentre il sugo a crudo va versato sull’impasto prima di infornarlo. Poi va aggiunto il cucchiaio di parmigiano, il basilico, la mozzarella a dadini e infine l’olio, rigorosamente extravergine.