I prodotti invernali: come sceglierli e cosa mangiare



Curiosita

L’inverno è la stagione dei comfort food. Delle vellutate, delle zuppe, dei minestroni. Ma cosa mettere nel carrello? Quali sono i prodotti invernali da acquistare?

Mangiare frutta e verdura di stagione regala infatti una miniera di benefici. Innanzitutto, i prodotti stagionali non hanno lo stesso bisogno di concimi, di conservanti e di pesticidi come i vegetali fuori stagione. Inoltre sono più saporiti, più profumati e… costano di meno! Non “inglobano” le spese di trasporto dei prodotti che vengono coltivati lontano, e neppure le spese dell’energia richiesta dalle coltivazioni in serre riscaldate. Inoltre, mangiarli aiuta la propria salute. Perché? Perché la natura è intelligente! Le arance vengono raccolte nel picco dei malanni stagionali, l’albicocca matura quando la pelle ha bisogno di protezione dai raggi solari. Ecco dunque che, sapere cosa comprare, diventa fondamentale.

 

La lista dei prodotti invernali

 

Cavoli, broccoli, cicoria, verze, radicchio, indivia, scarola, sedano, patate, rape: diverse sono le verdure e le radici che d’inverno si possono acquistare freschi.
A gennaio e a febbraio si comprano gli agrumi: le arance, le clementine, i mandarini, i kiwi, i pompelmi e le castagne. E poi i funghi, i porri, i carciofi, le barbabietole, le bietole, i cavolfiori, i cavoli, la cicoria, il radicchio, i ravanelli, i finocchi, il sedano, la zucca, le rape, le patate. Tipici del mese di febbraio sono invece il cavolo cappuccio, i cachi, gli spinaci, il topinambur, il cardo e le coste. A inizio marzo sono ancora gustose e succose le mele e le pere, mentre zucca e cardi (freschi) lasciano i banchi dell’ortofrutta.
Gli agrumi tornano a novembre, quando influenza e raffreddori si diffondono e l’organismo ha bisogno di vitamina C. Tornano poi le crucifere, e cominciano ad affacciarsi i carciofi e le patate. A dicembre, ecco che gli ortaggi sono quelli perfetti per le zuppe e per le vellutate. Ma ci sono anche i frutti calorici, che fanno tanto Natale e che “scaldano” dal freddo (vedi alla voce castagne).
Acquistare tutti questi prodotti nel periodo giusto garantisce al consumatore diversi benefici. Ad esempio:

- le arance rafforzano il sistema immunitario e combattono le malattie da raffreddamento

- i cavoli sono super nutrienti e hanno spiccate proprietà antinfiammatorie

- le mele riducono la quantità di sostanze tossiche presenti nell’organismo

- i broccoli combattono la stitichezza e stimolano le difese immunitarie

- i finocchi hanno proprietà digestive e diuretiche.

Sono una vera e propria manna dal cielo per l’organismo, i prodotti invernali. E si rivelano utilissimi quando si viene colpiti dai malanni tipici dei mesi più freddi.